Vai al contenuto

Articolo pubblicato nel fascicolo di Novembre / Dicembre 2023 di Carta & Cartiere IN CARTIERA

CUSCINETTI ORIENTABILI A RULLI NSK PER IL SETTORE DELLA CARTA

Fotografia dell’impianto oggetto dell’intervento presso lo stabilimento di Smurfit Kappa di Ponte dell’Ania (LU).

Fotografia dell’impianto oggetto dell’intervento presso lo stabilimento di Smurfit Kappa di Ponte dell’Ania (LU).

di: Bianchi Industrial Spa

NSK Ltd è stata fondata nel 1916 e il suo nome significa “componenti di precisione giapponesi”. È la prima azienda produttrice di cuscinetti in Giappone e la terza al mondo, con 6,4 miliardi di euro di fatturato nel 2022 e 30.000 dipendenti a livello mondiale.

Presente in Europa dal 1963, è distribuita in Italia principalmente da Bianchi Industrial, società del Gruppo Bianchi (fondato nel 1921) con un fatturato di oltre 200 milioni di euro nel 2022 ed una presenza in 5 Paesi dell’Europa Occidentale.

NSK nel corso della sua storia ha accumulato oltre 6000 brevetti, con un focus attento alla ricerca di soluzioni innovative, che hanno permesso nel corso dei decenni di perfezionare lo stato dell’arte della gamma del proprio portafoglio prodotti.

Smurfit Kappa Group plc, principale gruppo internazionale nell’ambito del confezionamento in carta e cartone in quasi ogni settore, con un fatturato di 12,8 miliardi di euro nel 2002 ed oltre 48.000 adetti in tutto il mondo, si affida all’esperienza del personale tecnico di Bianchi Industrial e alla qualità dei suoi fornitori partner per la gestione dei propri componenti strategici. Nel 2016 lo stabilimento Smurfit Kappa di Ponte all’Ania (sull’appennino lucchese), intraprese un aggiornamento della sezione seccheria della macchina PM3, nell’ambito del quale venne decisa anche la sostituzione dei cuscinetti sulla quasi totalità dei 52 cilindri.

Cuscinetti radiali orientabili a rulli NSK con gabbia stampata in acciaio e gabbia massiccia in ottone (fonte NSK).
Cuscinetti radiali orientabili a rulli NSK con gabbia stampata in acciaio e gabbia massiccia in ottone (fonte NSK).

Questi ultimi ruotano a 200 giri/min, ciascun cuscinetto è sottoposto a un carico di 10kN ca., soggetto a lubrificazione a olio in continuo che permette di mantenere la temperatura intorno a 70-80 °C mentre all’interno dei cilindri viene fatto passare vapore saturo (150-160 °C) a una pressione di 7 bar. Bianchi Industrial ha consigliato di sostituire i cuscinetti convenzionali in uso con cuscinetti NSK orientabili a rulli con foro conico, equipaggiati con gabbia stampata in acciaio, scanalatura e fori di lubrificazione sull’anello esterno, gioco C4, trattamento di stabilizzazione termica per il funzionamento in continuo fino a 200°C.

Una soluzione individuata a vantaggio del cliente per ridurre i costi di gestione dell’impianto. Infatti, i cuscinetti radiali orientabili a rulli di NSK possono operare nelle condizioni più gravose. Essi resistono a grippaggio e usura anche in presenza di vibrazioni continue, disallineamenti e carichi da urto. Mantengono la stabilità dimensionale, possono sostenere carichi radiali elevati e carichi assiali moderati.

I miglioramenti in termini di prestazioni sono garantiti dall’acciaio speciale ad altissima purezza (disponibile anche in versioni speciali in funzione dei requisiti applicativi), dai nuovi design delle gabbie (sia in acciaio che ottone), dalla strettissima tolleranza del gioco radiale, dall’altissima precisione di rotazione dell’anello interno ed esterno e, all’occorrenza, da un’avanzata tecnologia di lubrificazione solida.

Questi accorgimenti consentono di poter considerare, in fase di progettazione o di “revamping”, l’eventuale utilizzo di cuscinetti di minori dimensioni, mantenendo inalterato il livello prestazionale e di durata dei macchinari e permettendo anche una riduzione dei costi di manutenzione. L’attuale Technical Director dello stabilimento di Ponte all’Ania Ing. Tristano Rossi conferma tutt’oggi che i cuscinetti NSK furono montati senza alcuna problematica, grazie anche all’utilizzo di bussole coniche dello stesso marchio (fornite congiuntamente ai cuscinetti) e, nel corso di tutti questi anni, non hanno mai mostrato segnali che facessero presagire eventuali malfunzionamenti.

Le frequenze proprie, indicanti eventuali anomalie sui cuscinetti, sono sempre state ampiamente al di sotto del limite di tolleranza. Ancora oggi, eseguendo l’analisi vibrazionale in continuo di posizioni strategiche, non vengono segnalati livelli vibrazionali insoliti, a riprova dell’altissima qualità dei cuscinetti. Come sempre, il personale tecnico di Bianchi Industrial è disponibile nel valutare e proporre la soluzione più idonea alle necessità applicative e a disposizione per qualsiasi esigenza si presenti.

Torna alla homepage